Display HDR

Se oggi stai acquistando un monitor per computer o un portatile, potresti trovare un nuovo termine nelle specifiche del display: HDR, o High Dynamic Range. HDR indica che il display può presentare accuratamente video e altri contenuti d'immagine che sono stati salvati in un formato HDR, che trasmette molte più tonalità di colore e sfumature rispetto agli standard precedenti.

I display HDR sono presenti in alcuni degli ultimi tablet e convertibili della serie X di Lenovo. Ma l'HDR non è solo per i portatili. Ci sono TV HDR, monitor HDR, persino tablet e smartphone HDR. Il ricco dettaglio dei colori che è possibile con HDR10, Dolby Vision e altri formati HDR rende la tecnologia ideale per tutto, dalla fotografia fissa ai video d'azione agli ambienti di gioco immaginati.

I video HDR sono ancora relativamente nuovi e i contenuti compatibili, pur crescendo, non sono ancora abbondanti. Per ora, questo rende l'HDR interessante soprattutto per i fotografi, gli editor video e altri professionisti dell'immagine. Ma con Netflix e Amazon che ora trasmettono in streaming lungometraggi e documentari in HDR, sempre più consumatori normali chiedono "Cos'è l'HDR?

Cosa fa l'HDR per migliorare la precedente tecnologia di visualizzazione?

Cos'è l'HDR? Senza entrare troppo nei dettagli tecnici, un display HDR produce una maggiore luminanza e profondità di colore rispetto agli schermi costruiti per soddisfare i vecchi standard. Ecco alcune nozioni di base sull'HDR:

  • Luminanza del display HDR

    La luminanza del display descrive la quantità di luce che emette, che a sua volta determina il divario tra i pixel più luminosi e quelli più scuri sullo schermo. La maggiore luce prodotta da un display HDR rende i suoi pixel più luminosi molto più brillanti di prima, differenziandoli ulteriormente da quelli più scuri. Questo aumento del rapporto di contrasto permette cambiamenti più sottili da pixel a pixel e una migliore riproduzione dell'immagine.

  • Profondità di colore del display HDR

    La profondità di colore si riferisce a quanti bit di dati ogni pixel di un display può utilizzare per produrre i colori in un'immagine o un video. Prima dell'HDR, la maggior parte dei display raggiungeva un massimo di 8 bit di colore. Ma i nuovi formati HDR possono elaborare colori a 10-bit (o anche a 12-bit), aumentando esponenzialmente le potenziali variazioni di colore sullo schermo.

C'è di più nell'esperienza HDR che solo la luminanza e la profondità di colore, comunque. Il contenuto HDR include anche più meta dati rispetto al contenuto tipico, fornendo dettagli su come elaborare ogni immagine o scena per ottenere i colori desiderati. Alcuni formati HDR usano i meta dati per guidare la visualizzazione di un intero film o di una scena, mentre altri formati, come Dolby Vision, promettono meta dati fotogramma per fotogramma.

Infine, non confondete l'HDR con altri nuovi acronimi legati ai display come Ultra High Definition (UHD) e 4K, entrambi i quali si riferiscono solo alla risoluzione del display (quante linee di pixel contiene un display, che a sua volta determina quanto dettagliato può essere ogni video o immagine fissa). È vero che l'HDR è spesso associato all'UHD/4K, ma questo perché per ora la tecnologia è per lo più limitata ai display IPS di fascia alta che sono meglio in grado di presentarlo.

Ci sono diversi formati HDR?

Gli acquirenti devono essere consapevoli dei diversi formati HDR offerti dai produttori. Ecco uno sguardo a dove si trova oggi il mercato HDR:

  • HDR10: lo standard aperto più diffuso per l'HDR con colori a 10 bit e metadati generalizzati
  • Dolby Vision: Tecnologia proprietaria Dolby HDR che promette colori equivalenti a 12 bit e metadati scena per scena
  • HDR10+: un nuovo formato HDR proprietario in fase di sviluppo, con metadati frame-by-frame
  • Altri formati HDR: Altri formati HDR che sono stati sviluppati da altre compagnie includono HLG (Hybrid Log Gamma, da BBC e NHK), e Advanced HDR da Technicolor. Si dice che entrambe queste iniziative siano più focalizzate sulle trasmissioni televisive dal vivo che sui contenuti registrati/streamed.

Indipendentemente dal formato, coloro che hanno visto i contenuti HDR rispetto a quelli non HDR, riportano una maggiore luminosità, un contrasto più ampio, colori più accurati e dettagli raffinati rispetto ai display con tecnologia più vecchia.

Sistemi Lenovo con display HDR

Lenovo è sempre stata leader nell'introduzione di nuove funzionalità di visualizzazione per laptop e monitor, e l'HDR non fa eccezione. La nostra rinomata serie ThinkPad X comprende i primi modelli di laptop del settore a offrire il colore espanso a 12 bit della tecnologia Dolby Vision HDR:

  • ThinkPad X1 Carbon Gen 7: il nostro elegante ultraleggero rinforzato in carbonio può essere dotato di un display IPS HDR WQHD (2560 x 1440) da 14" (500-nit) con Dolby Vision.
  • ThinkPad X1 Extreme: questo powerhouse ultraportatile è disponibile con un display touchscreen IPS da 15,6 pollici 4K UHD HDR (3840 x 2160) (400-nit) con Dolby Vision.
  • ThinkPad X1 Yoga: anche la nostra serie Yoga di flessibili 2-in-1 offre modelli con un display multi-touch HDR WQHD (2560 x 1440) IPS da 14 pollici (500-nit) con Dolby Vision.

Quindi, andate avanti. Provate oggi stesso un sistema dotato di HDR. I professionisti dell'immagine devono quasi investire nella tecnologia HDR per la sua riproduzione dei colori notevolmente migliorata. E i consumatori abituali - compresi gli appassionati di streaming di film e i giocatori su PC - stanno trovando sempre più contenuti HDR disponibili, rendendo sempre più popolari anche i sistemi consumer abilitati all'HDR.

Acquista i prodotti correlati