Guida al raffreddamento dei desktop da gaming

Chiunque abbia mai fatto uso di un PC da gaming è probabilmente diventato consapevole di uno dei loro principali svantaggi: Possono generare una grande quantità di calore.

Un PC da gaming consuma tipicamente una grande quantità di risorse, assorbendo più o meno la stessa quantità di energia e generando la stessa quantità di calore di una piccola stufa. Passa un po' di tempo in una stanza chiusa a giocare al computer, e dopo circa un'ora la temperatura della stanza diventerà probabilmente insopportabile.

Qualsiasi componente del computer che consuma elettricità crea una certa quantità di calore, ma il calore generato da un PC da gaming può essere più di un inconveniente. Infatti, senza un adeguato raffreddamento quel calore può influenzare le prestazioni del PC e alla fine causare danni ai componenti interni della macchina.

Cosa succede quando il tuo PC da gaming è troppo caldo?

Quando si tratta di gestire il calore in un PC da gaming, ci sono due componenti principali che possono essere fonte di problemi: La CPU (processore) e la GPU (unità di elaborazione grafica o scheda grafica). Questi componenti possono generare una grande quantità di calore anche in condizioni di uso normale, e il problema può essere esacerbato sotto un carico pesante o quando il componente è overcloccato, o messo a punto per funzionare più velocemente del suo design nominale.

Il raffreddamento del desktop può essere una tale preoccupazione che ci sono una serie di programmi software che misurano la temperatura, sia strumenti gratuiti che quelli progettati per monitorare specifiche marche di componenti.

Il primo problema che può sorgere con il calore eccessivo è un impatto sulle prestazioni. La maggior parte delle CPU e delle schede grafiche includono meccanismi, spesso chiamati Thermal Throttling, che possono ridurre le prestazioni se il componente raggiunge una certa temperatura. Questo può essere estremamente frustrante quando state per eliminare un'orda aliena e il vostro PC rallenta a causa del Thermal Throttling, permettendovi di essere sopraffatti.

Inoltre, poiché molti componenti del computer sono raffreddati da ventole, il funzionamento costante della macchina ad alte temperature può provocare un eccessivo rumore delle ventole, interferendo con l'esperienza di gaming.

E se non affrontato, il calore eccessivo può causare lo spegnimento del computer, accorciare la durata di vita dei componenti o addirittura causarne il fallimento. Con processori di fascia alta e schede grafiche che costano centinaia di dollari o anche più di mille, questo può essere un colpo significativo.

Mantenere la calma

I produttori di computer, tra cui Lenovo, incorporano una serie di soluzioni di raffreddamento del desktop nelle loro macchine per affrontare il problema dell'eccesso di calore. La più comune è il raffreddamento ad aria.

Naturalmente, la maggior parte dei componenti userà dei dissipatori di calore; pezzi di metallo che siedono sulla parte superiore del componente e allontanano il calore tramite una serie di alette. I dissipatori sono passivi, senza parti in movimento. Quando si installa o si sostituisce un dissipatore di calore, tuttavia, è fondamentale usare la pasta per dissipatori di calore, un composto appiccicoso che si sparge tra il componente e il dissipatore di calore. Senza di essa, il dissipatore di calore sarà in gran parte inefficace.

Inoltre, le ventole montate su CPU e schede grafiche si accendono automaticamente quando il calore raggiunge un certo livello. Altre ventole, montate sul case del computer, tirano dentro l'aria fredda e spingono fuori l'aria calda.

Anche se le ventole possono essere il metodo più comune di raffreddamento attivo in un PC da gaming, hanno i loro limiti. Il raffreddamento a ventola può non essere così efficace se la temperatura dell'aria ambiente è alta o se le ventole o i componenti si coprono di polvere.

Un altro modo, forse più efficace, di gestire il calore in un PC da gaming è il raffreddamento a liquido. Non è un metodo comune come il raffreddamento ad aria, ma può essere più efficace.

Più o meno come funziona il sistema di raffreddamento in un'automobile, l'acqua (o qualche altro liquido) viene pompata attraverso blocchi di raffreddamento (simili a dissipatori di calore, ma senza le alette) che si trovano sopra i componenti da raffreddare. Il liquido trasferisce il calore a un radiatore che lo disperde nell'aria, e una pompa rimanda il liquido al blocco di raffreddamento.

Il raffreddamento a liquido offre diversi vantaggi rispetto al raffreddamento ad aria. Poiché il liquido è più denso dell'aria, è più efficiente. A differenza delle ventole utilizzate nel raffreddamento ad aria, il raffreddamento a liquido è silenzioso. Poiché il sistema è sigillato, una volta installato richiede pochissima manutenzione. In nessun punto il liquido tocca effettivamente i componenti.

I sistemi di raffreddamento a liquido occupano anche meno spazio delle ventole. Questo permette di avere un profilo più sottile o di installare più componenti nello stesso spazio.

Inoltre, notando che i giocatori spesso amano mostrare i loro impianti di gaming attraverso casi trasparenti e sistemi di illuminazione di fantasia, i sistemi di raffreddamento a liquido sembrano, beh, cool.

Sul lato negativo, i sistemi di raffreddamento a liquido possono essere costosi, con alcune soluzioni aftermarket che costano diverse centinaia di dollari. Poiché coinvolgono più componenti, tali sistemi possono essere complicati da configurare.

E anche se può essere raro, c'è sempre la possibilità che i sistemi di raffreddamento a liquido possano perdere e causare danni al sistema.

Esistono altri metodi di raffreddamento più esotici, anche se sono raramente usati nei PC domestici. Uno include l'immersione completa dei componenti del computer in un liquido non conduttivo. Tali sistemi sono tipicamente al di là della portata finanziaria della maggior parte dei giocatori e sono generalmente utilizzati per centri dati o componenti industriali.

Passi aggiuntivi da fare

Per la maggior parte dei giocatori, la scelta di un metodo di raffreddamento si riduce all'aria o al liquido, a seconda del vostro budget, del tipo di sistema che avete e delle vostre preferenze personali. Oltre a questi metodi, ci sono alcuni semplici passi che chiunque può fare per migliorare l'efficienza del proprio sistema di gestione del calore.

Il principale tra questi, naturalmente, è tenere pulito l'interno del computer. Prese d'aria, componenti elettrici e pale delle ventole si accumulano invariabilmente polvere che abbassa l'efficienza dei sistemi di raffreddamento.

Anche se si può essere tentati di usare un aspirapolvere per pulire le parti interne di un computer, NON FARLO! L'aspirazione potrebbe inavvertitamente spostare o danneggiare i componenti o causare un accumulo statico che potrebbe friggere la scheda madre.

Invece, spegnete il computer, scollegate il cavo di alimentazione e spostate il computer in una zona ben ventilata. Se è estremamente sporco, potresti voler indossare una maschera per evitare di respirare la polvere che verrà soffiata in giro.

Gli strumenti di cui avrete bisogno consistono in un cacciavite (se ne avete bisogno per aprire il case), una bomboletta di aria compressa, un panno per la pulizia, tamponi di cotone, una matita e un piccolo pennello. La maggior parte dei desktop da gaming Lenovo sono progettati per un accesso senza attrezzi, quindi un cacciavite non sarà necessario.

Usando l'aria compressa, soffiate via la polvere dai componenti, prestando particolare attenzione alle pale delle ventole, ai dissipatori di calore e alle fessure aperte. Usate una matita per evitare che le pale della ventola girino, se necessario, e pulitele con i tamponi di cotone.

Per le aree che non possono essere pulite con l'aria compressa, usa invece il piccolo pennello. Una volta finito, pulisci completamente la valigia con il panno per la pulizia.

Se ci sono aree che non si puliscono solo con la strofina o l'aria compressa, inumidire il panno con alcool isopropilico. Non usarne una quantità eccessiva e non usare MAI acqua.

Altri passi da fare sono mantenere il computer in un'area pulita che abbia un buon flusso d'aria. Evitare di impilare oggetti vicino al computer che possono bloccare le prese d'aria.

E infine, non fumare mentre sei al computer! Se lo fai, il catrame e la polvere che ne derivano intasano rapidamente il computer e ne degradano le prestazioni. Il fumo può essere un problema, infatti, alcuni produttori di computer hanno rifiutato di eseguire il servizio di garanzia sui computer che sono stati utilizzati in un ambiente fumoso.

Quanto spesso si esegue tale pulizia dipende in gran parte dall'ambiente in cui si trova il computer, ma ogni tre mesi circa è una buona regola empirica. Eseguire questa routine di pulizia su base regolare è uno dei modi più semplici ed efficaci per ottenere sia il massimo che la vita dal vostro PC da gaming.

Acquista i prodotti correlati