Zoltan Page Banner

AVVENTURA SCIENTIFICA
Smarter salva le vite delle persone con il veleno

Intel Core i7
Processore Intel® Core™ i7

Tempo per leggere: 4 minuti

Il dottor Zoltán Takács usa un notebook ThinkPad per analizzare alcune delle tossine più letali al mondo e trasformarle in medicinali.

La maggior parte di noi si tiene alla larga dalle creature velenose. Il dottor Zoltán Takács dedica la propria vita a cercarle.

Il celebre scienziato ed esploratore va in cerca dei veleni di alcune delle creature più mortali al mondo, tra cui serpenti, ragni, scorpioni e molte altre ancora, nella speranza che le loro tossine letali possano aprire la strada alla produzione di nuovi farmaci. La logica alla base del suo metodo è: ciò che può ucciderti può anche salvarti la vita.

Dalle tossine degli animali velenosi sono già stati derivati circa 20 medicinali, tra cui due dei principali farmaci usati per curare l'infarto. Altre vengono utilizzate per curare diverse malattie, come ad esempio l'alta pressione arteriosa, l'insufficienza cardiaca, la trombosi, il diabete e il dolore cronico associato al cancro e all'HIV. La struttura molecolare di queste tossine letali si è evoluta lungo milioni di anni, legandosi a ricettori specifici che presiedono alle funzioni vitali, modificandoli. I ricercatori sperano di sfruttare questo sapere evolutivo per sviluppare farmaci in grado di legarsi solo a quei recettori collegati alla malattia e modificarli, riducendo in questo modo gli effetti collaterali e incrementando il successo terapeutico.

La ricerca e la passione di Takács lo hanno condotto in oltre 190 paesi. L'esploratore è stato morso dai serpenti almeno cinque volte, diventando allergico sia al veleno che agli antidoti. Tuttavia, lo scienziato biomedico ungherese è convinto che nel veleno di creature dislocate agli angoli più remoti del pianeta possano nascondersi potenziali farmaci salvavita. A tutto questo si aggiunge la sua innata passione per l'esplorazione. Oltre a dedicarsi all'attività scientifica, Takács è pilota di aeroplani, sommozzatore ed entusiasta fotografo della natura.

Zoltan

La passione di Takács per la natura dura da tutta una vita. Da bambino, ricorda, catturava "tutti i tipi di serpenti", tra cui la sua prima vipera a soli 14 anni, che poi portava a casa. "Ho sempre desiderato essere uno scienziato", racconta. A motivarlo, "il mistero e la bellezza della vita".
 

Prima dell'effettivo avvistamento dell'animale di interesse, possono essere necessari diversi mesi di pianificazione, viaggio e ricerca, fino all'ottenimento delle autorizzazioni presso il paese ospitante. Quando finalmente riesce a trovare la creatura velenosa, Takács la cattura, preleva un piccolo campione di tessuto e poi la lascia libera. 

 

Quando lavora sul campo, lo scienziato riesce a portare con sé solo poche attrezzature attentamente selezionate, che includono sempre il suo Lenovo ThinkPad con processore Intel® Core™ di ultima generazione.

 

"Per tutto quello che non è strettamente legato alla cattura di un serpente serve un computer", afferma del proprio lavoro questo utente di lunga data di ThinkPad. Ma si corregge subito: "In realtà, anche per la cattura di un serpente è necessario un computer, per inviare la richiesta dell'autorizzazione…"
 

Takács si affida alle innovative soluzioni tecnologiche di Lenovo  per ogni aspetto del proprio viaggio: pianificazione, navigazione GPS, etichettatura dei campioni e archiviazione dei dati. All'occorrenza, potrà caricare i suoi dispositivi con batterie per auto ed energia solare. 

Side Image Scorpion
Side Image Scorpion
Crown Fish

Color Gradient

"Ovunque viaggiamo, ho sempre accesso ai miei dati e posso lavorarci su", afferma. "Tutto questo è reso possibile dai computer Lenovo". Per Takács, la scelta dell'attrezzatura tecnologica più appropriata si traduce in "portabilità, affidabilità e potenti specifiche".

 

Tuttavia, le potenti specifiche sono utili fino a un certo punto quando si tratta di battere la foresta pluviale del Congo per diversi giorni. In queste condizioni Takács ha bisogno che la sua attrezzatura non sia solo portatile, ma anche resistente, dagli stivali ai suoi piedi fino al notebook nello zaino. 

"Uso computer Lenovo ormai da un decennio. Funzionano ancora tutti e con loro ho viaggiato letteralmente in tutto il mondo", dichiara. E viaggiare per Takács raramente significa una normale fuga nel fine settimana.

 

La tecnologia innovativa ha un ruolo essenziale anche nel laboratorio, dove Takács utilizza attualmente almeno quattro sistemi Lenovo, che gli permettono di semplificare la propria visione scientifica. Dopo aver acquisito un campione, Takács lo porta in laboratorio, dove lui e il suo team di ricercatori estraggono la mappa genetica delle tossine e utilizzano i dati per progettare e creare le librerie di tossine sintetiche. Supportato da tecnologie con throughput elevato, lo scienziato vaglia queste librerie per individuare nuovi farmaci.

Side Image Lab
Side Image Lab
Zoltan Lab

Sviluppate da Takács e dai suoi colleghi presso l'University of Chicago, le librerie della piattaforma di tossine sintetiche contengono oltre un milione di varianti di tossine animali destinate a un tipo di recettore specifico. Le varianti delle tossine vengono progettate tramite genomica computazionale e modellazione molecolare in base a tossine modello naturali. Infatti, si tratta di "tossine mosaico", termine che indica come diverse parti della tossina vengano incollate insieme da diversi tipi di animali velenosi. Per analizzare i dati, Takács e i suoi colleghi usano metodi computazionali, per lo più con dispositivi Lenovo ThinkPad , per vagliare le varianti delle tossine su recettori chiave, determinando in tal modo quali sono le più idonee a curare al meglio la malattia specifica.
 

La libreria di tossine sintetiche ha già prodotto molecole di diversi farmaci, ma potrebbero volerci più di dieci anni di test e trial clinici prima che i risultati raggiungano il mercato dei consumatori. 
 

Il progresso della tecnologia è un fattore chiave della missione di Takács. "Le tossine sono considerate il mezzo più sofisticato e potente per individuare i principali recettori nel corpo", spiega. "Da un lato, vogliamo conservare questo sapere naturale. Dall'altro, applicando la farmacologia alla bioinformatica, usiamo tecnologie all'avanguardia per migliorare ciò che la natura ha realizzato in centinaia di milioni di anni attraverso prove ed errori."
 

Takács ha una lunga lista di destinazioni che spera di visitare, con l'Asia e l'Africa ai primi posti, ma la priorità della ricerca, le autorizzazioni e la stagionalità sono fattori chiave per il suo processo di pianificazione. Ahimè, considerando le oltre 150.000 specie animali velenose attualmente diffuse sul pianeta con un arsenale stimato di 20 milioni di tossine, è sicuro che lo scienziato non esaurirà tanto presto le proprie ricerche ed esplorazioni. 

Scopri la tecnologia Lenovo

ThinkPad

Lenovo ThinkPad

Explore

Lenovo PCs & Tablets

Lenovo PC E Tablet

Scopri di più

Lenovo Small Business Solutions

Lenovo Small Business Soluzioni

Discover

Più storie