Operaio con una gru per costruzioni sullo sfondo

Ispirare la nuova generazione nel vecchio mondo con la tecnologia 5G.

In che modo Cellnex Telecom, il principale operatore di infrastrutture per le telecomunicazioni wireless in Europa, ha guidato l'adozione delle reti private 5G per portare innovazione a Barcellona, una delle prime smart city d'Europa, con una soluzione di edge computing Lenovo all'avanguardia, parte della famiglia di hardware ThinkSystem, dotata di processori scalabili Intel® Xeon® di terza generazione.

Ispirare la nuova generazione nel vecchio mondo con la tecnologia 5G.

In che modo Cellnex Telecom, il principale operatore di infrastrutture per le telecomunicazioni wireless in Europa, ha guidato l'adozione delle reti private 5G per portare innovazione a Barcellona, una delle prime smart city d'Europa, con una soluzione di edge computing Lenovo all'avanguardia, parte della famiglia di hardware ThinkSystem, dotata di processori scalabili Intel® Xeon® di terza generazione.

1

Scenario

Immagina una città in cui l'apprendimento da remoto è facilitato da soluzioni olografiche, il trasporto autonomo aiuta le persone a spostarsi più velocemente e lo shopping viene effettuato tramite la realtà aumentata. Questo è il potere di una smart city alimentata dalle tecnologie edge e 5G.

Mentre le tecnologie edge e 5G continuano ad espandersi, già si affaccia all'orizzonte una nuova era per le comunicazioni mobili, in cui tutto sarà connesso. Ora è aperta la corsa per portare le reti pubbliche e private 5G nelle città di tutto il mondo, una su tutte in particolare.

Hub delle telecomunicazioni riconosciuto, Barcellona è una tra le prime città europee impegnata a migliorare la vita dei propri cittadini attraverso tecnologie per smart city basate sui dati. A tale scopo, la città di Barcellona ha realizzato che le reti 5G avrebbero potuto essere di supporto alla smart city, eliminando la necessità di cablaggi fissi più ingombranti e costosi.

Nel 2019 Red.es, un ente del Ministero degli affari economici e della digital transformation spagnolo, ha lanciato un bando per la concessione di sovvenzioni per lo sviluppo di progetti pilota 5G ai fini della trasformazione di Barcellona in una smart city. In collaborazione con il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), Red.es era responsabile della selezione di un beneficiario dei fondi per lo sviluppo di un progetto pilota 5G volto a individuare soluzioni per la mobilità urbana, la didattica da remoto, il settore industriale, il commercio, il turismo e la sicurezza e la gestione delle emergenze in ambiente urbano. Il bando è stato vinto da un consorzio di 8 aziende, guidato da Cellnex Telecom e dal Gruppo MASMOVIL.

Nell'autunno 2020 il consorzio ha lanciato il progetto 5G Catalunya, la cui data di fine è prevista per l'inizio del 2023. Il progetto include un budget globale di 5,4 milioni di euro ed è realizzato in collaborazione con il Comune di Barcellona, Mobile World Capital Barcelona, Fira Barcelona, i2cat, SEAT e IESE Business School.

2

Sfida

La comunicazione 5G non ha solo messo in campo il progetto pilota di Barcellona, che offre vaste opportunità limitando la necessità di un cablaggio eccessivo e supportando le molteplici applicazioni edge e IoT necessarie per gestire una smart city, ma ha messo in evidenza anche le sfide che ne derivano.

I dispositivi IoT e le reti smart generano una maggiore quantità di dati. Gli operatori di reti mobili hanno pertanto dovuto affrontare ulteriori pressioni per migliorare la larghezza di banda e la latenza, nonché cercare modi per utilizzare l'infrastruttura per ridurre i costi e generare nuove fonti di ricavi.

Alleviare la pressione

Cellnex e il consorzio sapevano di dover spostare le funzionalità di rete dai data center centralizzati ai dispositivi edge affinché il progetto pilota potesse procedere senza problemi. Ma come farlo?

È stato in questo contesto che il consorzio si è rivolto al suo membro, Lenovo. Con le nostre innovative soluzioni di edge computing, stiamo definendo un piano per alleviare la pressione sugli operatori di reti mobili creando un'architettura di rete MEC (Multi-Access Edge Computing).

Abbiamo collaborato con Lenovo nell'open innovation per definire il prodotto di edge computing in grado di fornire una risposta più rapida dalla rete e da più dispositivi connessi. Cellnex è il principale fornitore di infrastrutture di telecomunicazioni indipendente in Europa.

Jose Antonio Aranda Global Director for Innovation & Product Strategy, Cellnex

La velocità al centro dell'attenzione

Fedele alla sua natura, il Multi-Access Edge Computing (MEC) può ridurre la congestione della larghezza di banda e consentire l'esecuzione di nuove applicazioni e nuovi servizi nell'edge della rete, compreso l'IoT. Lenovo sta pertanto implementando un'unica architettura e piattaforma MEC per la distribuzione, l'automazione e la gestione delle soluzioni di edge computing da un punto di controllo centrale.

Per creare la piattaforma, Lenovo sta utilizzando una suite di prodotti della famiglia di hardware ThinkEdge e soluzioni software di automazione. Il sistema è in grado di distribuire, ottimizzare e gestire rapidamente l'infrastruttura cloud dei provider di servizi di comunicazione su server edge, server bare metal dedicati, container e macchine virtuali.

Le soluzioni software di automazione Lenovo combinano inoltre i vantaggi del cloud pubblico, tra cui velocità, scalabilità, flessibilità ed elevata velocità di servizio, con quelli dei cloud privati, come la sicurezza e la protezione dei dati, per offrire la perfetta integrazione necessaria per trarre il massimo vantaggio dalle potenzialità offerte della comunicazione 5G. Il sistema include anche il supporto per Kubernetes, Red Hat OpenShift, OpenStack e VMware Cloud Foundation, il che lo rende una soluzione davvero smart, aperta, modulare, flessibile e a prova di futuro per il progetto pilota.

Applicazioni senza limiti

Cellnex e Lenovo persisteranno nel loro obiettivo, combinando l'edge computing di Lenovo con altri servizi in grado di creare con efficacia un ecosistema open innovation per promuovere la trasformazione nelle esperienze quotidiane a Barcellona. In collaborazione con il Comune di Barcellona e le forze di polizia locali della Guardia Urbana, il progetto pilota si concentrerà sullo sviluppo della nuova generazione di reti mobili dedicate alla gestione della sicurezza pubblica e delle emergenze. Anche grazie al progetto pilota 5G, il consorzio è ora dotato degli strumenti necessari per testare, sviluppare e implementare una varietà di soluzioni in tutti i settori, tra cui:

  • Supporto dell'apprendimento a distanza in ambito didattico con soluzioni olografiche.
  • Ottimizzazione della logistica per l'Industria 4.0 e installazione di una rete 5G privata per localizzare gli asset all'interno di un'infrastruttura.
  • Miglioramento della mobilità nelle grandi strutture e negli ambienti industriali.
  • Miglioramento dell'esperienza di acquisto di un cliente e garanzia per i venditori di ottenere rapidamente ulteriori informazioni sui prodotti attraverso la realtà virtuale e aumentata.
  • Miglioramento della sicurezza dei cittadini mediante l'acquisizione di immagini avanzate nei veicoli di pubblica sicurezza, nonché la digitalizzazione della programmazione XAL (Xarxa Audiovisual Local) per ottenere trasmissioni ad alta definizione.

3

Risultati

Insieme a Cellnex e ai membri del consorzio, Lenovo continua a sfruttare la potenza dell'edge computing per trasformare la vita quotidiana e offrire esperienze trasformative alla città.

Oltre a offrire un potenziale di innovazione, la tecnologia 5G e le soluzioni di edge computing consentono di risolvere i problemi del mondo reale e generare nuovi flussi di ricavi. Tale potenziale può essere completamente esplorato solo attraverso progetti pilota come quello di Barcellona, dove la comunicazione 5G con il supporto dell'edge computing dimostrerà i reali vantaggi generati per le persone e le aziende.

Questo lavoro continua a essere possibile grazie all'utilizzo delle funzionalità della tecnologia 5G, ad esempio una maggiore capacità di larghezza di banda, una più elevata velocità di trasmissione, in particolare per i dati, e una minore latenza nella risposta dell'applicazione.

Il progetto pilota per smart city ha inoltre contribuito a consolidare la reputazione della città, non solo come leader nelle telecomunicazioni, ma anche come fiorente centro commerciale in un'economia veramente digitale.

Il progetto pilota consentirà di:

Migliorare la vita dei cittadini e l'efficienza delle imprese

Portare innovazione e accelerazione nell'ecosistema 5G

Avere impatto su vari settori, tra cui istruzione, produzione e mobilità

Vivere in una smart city significa avere la possibilità di usufruire di una mobilità migliore, così da poter decidere dove andare e come farlo, se utilizzare i mezzi privati o il trasporto pubblico.

Jose Antonio Aranda Director for Innovation & Product Strategy, Cellnex

Esplora nuove frontiere con l'edge computing

L'approccio "Data-Centered" esplora nuovi ambienti per fornire innovazione e connettività ai propri cittadini. Scopri come le soluzioni di edge computing di Lenovo possono aiutarti a dimostrare il potenziale delle nuove tecnologie.